venerdì 11 aprile 2014

Al via la prima Assemblea Nazionale di ANCORA - Aggiornamenti in tempo reale

12:30 Le conclusioni affidate al Presidente Diana che presiede l'ASP Fossombroni di Arezzo: "Ci apprestiamo ad un lavoro non semplice, siamo stato gettati, nostro malgrado in un mercato in cui abbiamo dimostrato di saperci stare. Proprio questa mattina a Palazzo Chigi abbiamo avuto un incontro con la Presidenza del Consiglio ed è scaturito che dovremo accedere ai tavoli per gli affari regionali.
Sono 3 i temi chiave sui quali principalmente dovremo lavorare: la rappresentanza, il rilancio della norma per le trasformazioni e le esenzioni, l'interlocuzione con il Governo per il fondo e le risorse. Tra i nostri compiti principali quello di estendere la rete di Ancora dove non è ancora arrivata. Entro il 2015 il nostro obiettivo è quello di avere un componente per tutte le regioni italiane."

12:20: L'intervento di Buccellato la Presidente dell'Istituto Piccolomini di Roma: "Aderiscono con grande entusiasmo, chiedendo che sia considerato che il nostro è un mondo fatto di tante realtà preziose ed eterogenee, ma che questo fattore va valutato come una ricchezza. Ci sono anche Ipab che non posson fare servizi alla persona per una norma e quindi sono una sorta di ibrido con tutte le contraddizioni sia del pubblico che del privato."


12:10 L'intervento di Bertignoll di VDS - Suedtirol della Provincia Autonoma di Bolzano: "Nel prossimo futuro, ogni volta che il governo dovrà prendere decisioni in materie che ci riguardano, deve ascoltarci, non può non tenere conto di noi, non lo potremo accettare."
12:00 L'intervento di Volpe dell'URIPA che riunisce 170 Ipab del Veneto con 34mila posti letto e copre il 70%: "Io sono al terzo tentativo di associazionismo nazionale con la convinzione che solo noi rappresentiamo i nostri utenti e le nostre strutture. Dobbiamo lavorare per fare crescere l'associazionismo soprattutto dove ancora non c'è, nell'interesse degli anziani di quelle regioni. Dobbiamo pensare che la scarsità di risorse del fondo per la non autosufficienza è un aspetto negativo soprattutto per quelle regioni che hanno poche risorse. Dobbiamo chiedere di legiferare e di svincolarsi dal sistema previdenziale. Il Governo deve anche riproporre i benefici fiscali per la trasformazione dei nostri enti.
11:50 L'intervento di Giacomelli presidente di Uripa della Provincia Autonoma di Trento: "La nostra associazione ha 50 associati che coprono 4300 posti letto. Ancora ha una natura tecnica, sopra le parti, apartitica. A questa Associazione Nazionale riconoscono il mandato di farci sentire stando uniti, favorendo la creazione dell'associazionismo nelle altre regioni."

11:40 L'intervento di Ravagli dell'ASP Bassa Romagna: "C'è bisogno di fare rete, di passarsi informazioni, di fare una sintesi delle problematiche da affrontare e per portare avanti gli obiettivi di Ancora servono associazioni regionali forti

11:30 L'intervento di Leoni presidente dell'ASP di Reggio Emilia: "Oggi iniziamo con una buona notizia, perché dopo l'adesione del Cispel ad Ancora abbiamo ricevuto richieste di adesione alla nostra associazione regionale e questi ci rafforza a tutti."

11:15 L'intervento dell'assessore Cutini: "Sono qua come amministratrice impegnata nelle bilancio, ho capito il valore ed il ruolo dei servizi territoriali alla persona. La parola che dobbiamo mettere in pratica è coraggio."

All'assemblea presente Rita Cutini, assessore alle Politiche Sociali di Roma Capitale

Ore 10:50 la relazione del presidente pro tempore Fabio Diana

Ore 10:40 via ai lavori con il saluto di Massimiliano Monnanni, presidente degli Istituti Riuniti di Roma Capitale

Il programma dei lavori previsto:
10,30 – Registrazione dei partecipanti
11,00 –Relazione del Coordinamento Nazionale e presentazione Documento
11,30 – Dibattito
13,00 – Proposta Piano di Lavoro 2014/2015