giovedì 17 ottobre 2013

DA TRENTO VIA AI LAVORI PER IL COORDINAMENTO NAZIONALE ASP E IPAB


A.RE.T. TOSCANA – U.P.I.P.A. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
VDS-SUEDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO
AREA FRIULI VENEZIA GIULIA


COMUNICATO STAMPA


Da Trento via ai lavori per la nascita del coordinamento nazionale delle ASP e delle Ipab. Prima fase consultiva affidata ad A.Re.T. Toscana


Il mondo delle Aziende Pubbliche di Servizi alla Persona e delle I.P.A.B. si è riunita oggi a Trento per dare il via ad un coordinamento che le rappresenti a livello nazionale. A questa prima riunione presenti gli enti organizzatori, l'Associazione Regionale delle A.S.P. Della Toscana, l'U.P.I.P.A. Della Provincia Autonoma di Trento, la VDS-Suedtirol della Provincia Autonoma di Bolzano e l'Area del Friuli Venezia Giulia. A loro si sono aggiunti i rappresentanti delle A.S.P. Della Liguria e dell'Emilia Romagna e le I.P.A.B. Del Veneto.
Sotto la presidenza di Antonio Giacomelli, il comitato promotore ha dato il via ai lavori per la nascita del coordinamento nazionale. Il primo appuntamento già in calendario è per il 14 novembre nella sede dell'I.S.R.A.A. di Treviso per poi arrivare ad una vera e propria assemblea da tenersi il 29 novembre ad Arezzo.
Su proposta proprio di Giacomelli, attuale Presidente dell'U.P.I.P.A. di Trento, il coordinamento della prima fase costruttiva e consultiva è stata affidata all'Associazione Regionale delle A.S.P. della Toscana.

L'obiettivo che si pone il comitato organizzatore, condiviso da tutti gli intervenuti, è quello di creare una realtà rappresentativa del mondo dell'assistenza pubblica che possa essere considerata un interlocutore forte e riconosciuto nei tavoli dove nascono le politiche per il mondo dell'assistenza socio-sanitaria.
Il cammino intrapreso è stato possibile grazie al lavoro svolto in questi ultimi due anni dalle quattro associazioni promotrici che hanno via via intensificato la loro attività di consultazione reciproca.