mercoledì 17 settembre 2014

Cosa non vuoi dimenticare? Il programma per la XXI giornata mondiale dell'Alzheimer


21 settembre 2014
XXIa giornata mondiale dell’Alzheimer
COSA NON VUOI DIMENTICARE?”
nome della città

Programma
L’obiettivo è organizzare una manifestazione semplice, economica e suggestiva sul tema delle demenze.
Chi decide di aderire all’iniziativa, promuovendola nella sua città, lo fa ovviamente a nome proprio, ma anche insieme a tutti noi. In questo modo si ritiene che l’azione possa avere maggiore efficacia.
Il luogo dell’evento è la piazza principale della città dove la manifestazione si svolge.
Alle 11 del mattino del 21/9/2014, in modo non preavvisato (qualche informale avviso alle autorità pubbliche locali), si presenta in piazza un signore (uno di noi) tutto vestito di bianco (scarpe bianche, pantaloni bianchi o vestito bianco, maglietta bianca, una maschera bianca - piccola, di plastica o cartone, tipo quelle di carnevale, molto economiche, anche auto costruita). Dopo 10/15 secondi, arriva la seconda persona vestita tutta di bianco e via via, ogni 15 secondi si aggiungono persone vestite di bianco. Tutte queste persone vestite di bianco (10, 30, 50… il numero non è un problema) portano in mano un cartellone circa 70/100 bianco (le soluzioni sono personalizzabili).
Il bianco evoca la mancanza di identità della persona affetta da demenza, la mancanza di memoria, l’indistinto.
Queste persone, inserendosi in piazza una alla volta vanno a formare la lettera A (di Alzheimer) delle dimensione opportune, considerato il numero dei partecipanti. Nel frattempo, altrettante persone del gruppo, vestite in borghese, intercedono con chi passeggia nella piazza spiegando la giornata e chiedendo loro di dare un proprio ricordo (verrà fornita una lista di domande tra cui scegliere… un ricordo della scuola, del lavoro, dopo sposato, un ricordo che non vorrebbe mai dimenticare…) che verrà scritto (da loro o da noi) in un post it colorato (di diversi colori – formato A5) da attaccare al cartellone 70x100.
A chi “offre” il proprio ricordo, verrà consegnato un fazzolettino bianco annodato in memoria della giornata dedicata all’Alzheimer (qui le versioni possono anche essere diverse, a seconda delle disponibilità).
Quando il cartellone sarà completato simbolicamente chi regge il cartellone riacquista la propria identità e quindi lo status di persona. In questo modo saranno i ricordi di chi può averli a restituire l’identità ai malati che i ricordi non li hanno più.
Le persone vestite di bianco sono ferme e non parlano con nessuno, ma ogni 30 secondi circa, in modo concordato, cambiano disposizione nella piazza formando progressivamente una L, poi una Z poi una H e così via, sino ad avere formato, una alla volta, le lettere che compongono la parola ALZHEIMER.
Il tutto si svolge senza musiche o megafoni o altro.
Alle 12 (dovrebbe suonare qualche campanile), dopo che tutti i cartelloni bianchi sono stati riempiti di ricordi, tutte le maschere sono tolte e lanciate insieme per aria. Subito dopo, in fila indiana (per dare effetto scenico) le persone vestite di bianco e tutte le altre che in qualche modo hanno partecipato se ne escono dalla piazza distribuendo dei volantini che stiamo preparando (un volantino darà qualche breve informazione sulla malattia, un altro su ciò che i malati ed i servizi chiedono alla politica).
Tutti i ricordi recuperati nelle diverse iniziative verranno messi assieme in un libretto e spediti, con una opportuna prefazione-richieste contenute nei volantini, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, alle Presidenze regionali, agli Assessori, ecc..
Dall’I.S.R.A.A. di Treviso partiranno iniziative per coinvolgere stampa, tv e social network locali e nazionali. Ognuno comunque è invitato a fare altrettanto poiché valorizzare la singola iniziativa, ricordando tutte le altre, significa dare maggiore importanza sia alla propria che a quella di tutti.
A questo proposito ricordiamo che siamo disponibili a personalizzare il video che promuove l’evento.

Per richiesta di informazioni ed altro, la segreteria organizzativa dell’iniziativa è la dott.ssa Silvia Mastrangelo:
  • 0422 414745
  • segreteria@israa.it

Sul sito www.israa.it, è possibile reperire:
    • la lista delle domande che può essere d’aiuto a chi offre il proprio ricordo);
    • i file relativi all’iniziativa che potranno essere scaricati al fine di ottimizzare tempo e risorse;
    • il video che promuove l’evento e che ricordiamo che può essere personalizzato contattando la dr.ssa Elisa Carena al nr. 339 2052937

Ogni servizio, casa si riposo, ente, associazione che decide di aderire, per favore comunichi la propria adesione alla segreteria per fare in modo che anche l’informazione generale risulti corretta.

Infine, pur sapendo che è un impegno, mi domando: “- Se non lo facciamo noi, chi deve farlo?”
Grazie a coloro che troveranno il modo per partecipare. Grazie anche a chi, in qualsiasi forma, vorrà manifestare la propria adesione all’iniziativa stessa.
Cordiali saluti a tutti.

Per il gruppo
Giorgio Pavan
Direttore I.S.R.A.A.


ps 1: al fine di coinvolgere gli anziani, i familiari ed il personale dell’ISRAA, sta raccogliendo brevi memorie all’interno delle nostre residenze. In questo modo viene anche anticipato un po’ il lavoro di raccolta dei ricordi in piazza, operazione che potrebbe richiedere maggiore tempo e magari qualche difficoltà. In questo modo portiamo un po delle memorie dei nostri anziani in piazza e contribuiamo a colorare di post it i cartelloni bianchi.

ps 2: riteniamo che per aderire a questa iniziativa sia sufficiente rispettare gli elementi base del programma (vestiti in bianco con i post it colorati che restituiscono l’identità). Eventuali piccole variazioni locali arricchiranno il singolo contesto.

ps 3: per i post it A5 noi useremo semplici fogli colorati A4, tagliati a metà. Mentre nei pannelli bianchi (cartone, polistirolo, compensato) metteremo delle strisce di biadesivo per facilitare l’operazione.